Corporate Real EstateNews

Cos’è Corporate Real Estate?

Photo by Sean Pollock on Unsplash

Il concetto di Corporate Real Estate e la sua evoluzione

Con la definizione di Corporate Real Estate si indicano gli immobili utilizzati da un’azienda per i propri scopi operativi. Fornisce alle aziende un ambiente produttivo per ospitare dipendenti, produrre, distribuire prodotti e fornire servizi al mercato. Corporate Real Estate tocca tutte le classi di proprietà, terreni ed edifici come uffici, data center, impianti di produzione, centri logistici, sedi aziendali, strutture di distribuzione, negozi al dettaglio e hotel.

Storicamente, i professionisti del Corporate Real Estate si sono concentrati sulla gestione della proprietà fisica per l’azienda. Erano incaricati di acquisire, mantenere e alienare beni immobili durante tutto il loro “ciclo di vita”, o vita utile, di qualsiasi proprietà. Certamente, quelle funzioni rimangono ancora al centro del settore Corporate Real Estate. Tuttavia, il panorama degli affari sta cambiando e il ruolo del Corporate Real Estate continua ad evolversi!

La strategia del modello Corporate Real Estate

Come anche sottolinea l’Università di Washington, ora più che mai, i professionisti del Corporate Real Estate hanno il compito di collaborare con l’azienda e aggiungere valore strategico. Sempre più aziende considerano gli immobili un asset strategico e “Corporate Real Estate” una funzione strategica. Come risultato di tale cambiamento, è necessario un nuovo set di competenze per i dirigenti Corporate Real Estate di oggi. Sono in prima linea nelle iniziative di responsabilità sociale e sostenibilità delle imprese e sono leader nel movimento innovativo del design del posto di lavoro volto a migliorare la produttività e il benessere dei lavoratori.

Viene svolto anche un ruolo fondamentale nella creazione di esperienze lavorative che aiutano nel reclutamento e nella fidelizzazione dei talenti. Nella competizione per le persone qualificate, le organizzazioni si contendono i migliori talenti in un mercato del lavoro altamente trasparente e hanno crescente focus sul percepito della marca e valori connessi. I dirigenti stanno adottando le tecnologie digitali per reinventare l’esperienza dei dipendenti, concentrandosi sulla diversità e l’inclusione come strategia aziendale, con piena consapevolezza la chiave del successo risiede in una forte cultura dell’apprendimento. Ad intensificare la sfida, il mercato è in continuo cambiamento con nuovi prodotti e servizi, nuove tecnologie e cambiamenti politici ed economici nazionali e internazionali incerti e imprevedibili. L’equilibrio del potere si sta spostando dal datore di lavoro al lavoratore.

La nuova cultura dell’azienda e farne un proprio “marchio”

In passato, il management riteneva che le persone avrebbero lavorato in qualsiasi luogo fornito; tuttavia, molti si rendono conto che ora devono creare un “luogo” in cui le persone vogliono avere successo e produrre. Questa consapevolezza si è evoluta dalla semplice fornitura di una scrivania e una sedia, a un approccio più improntato ad affrontare bisogni emotivi, intellettuali, fisici e virtuali. Molte aziende ora considerano i servizi catering, l’assistenza sanitaria in loco, gli spazi per uffici attraenti, la tecnologia più moderna e i programmi di lavoro flessibili come iniziative aziendali strategiche. Per il futuro queste esperienze stanno diventando parte della cultura di un’azienda e, in definitiva, della marca.

Clarissa Alibrandi
Coordina la redazione di The Office Society. Traduttrice professionista, esperta di organizzazione di eventi, appassionata di scrittura creativa e nuove tecnologie. Di spirito internazionale, ama viaggiare e affrontare sempre nuove sfide.

    You may also like

    1 Commento

    1. Articolo molto interessante

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *